Testi album "Nives"

IL GIORNO CHE VIVREI
C'è una strada che mi porta dritto a te
nel mio viaggio incerto "io ti chiamo vivere"
e ora cerco nuova luce tra di noi
come il sole cerca spazio tra le nuvole
vorrei solo essere qualcosa in più, per te

Ho cercato quella strada dentro me
inseguendo senza fiato la tua polvere
per fermare il fotogramma in cui sei mia
per dirti ancora che, sei solo tu che accendi il cielo

Sei il solo giorno che vivrei
la porta che non chiudo mai
il volto umano degli dei
sei solo tu che io vorrei

Perchè questo adesso non mi basta più
stare fermo mentre i miei pensieri corrono
dentro le emozioni che respiri tu
e ritrovare il senso stesso del mio battito
ora so di essere qualcosa in più, per te

Sei il solo giorno che vivrei
la porta che non chiudo mai
il volto umano degli dei
sei solo tu che io vorrei



SULLE ALI DEL MARE
Guardo il mare da qui
lui mi sa parlare
di un'altra terra lontana che mi chiama a sè
e mille altri con me

Vieni e siediti qui
smetti di tremare
in fondo cosa lasciamo lì dietro di noi
a parte il cuore ed i guai

Sogni, sulle ali del mare
c'è un'altra riva per chi arriverà
sogni, che ci portano altrove
nelle prigioni di un'altra città

Ma come è nera la notte (sul mare)
non si può spiegare
c'è un nemico che inizia a sparare su noi
e sul figlio che avrai

Sogni, sulle ali del mare
una speranza spezzata a metà
sogni, che si avverano altrove
nelle stazioni affollate di un'altra città

Guardo il mare farsi terra
mille altri insieme a me
in quest'alba che sorprende anche noi



NIVES
Come il profumo di terre lontane
la primaluce che non muore mai
sento i tuoi passi rivivere dentro me

Come un pensiero che accende l'inverno
come un disegno lasciato a metà
sento il tuo battito crescere dentro me

E ritorno a vivere
camminando verso te
e non so più piangere perchè
come neve che risplende
tu sei luce dentro me
come sole si diffonde
la mia luce su di te

Dentro i colori di un gioco d'autunno
come un dipinto del vento di Bruges
sento i tuoi sogni rinascere dentro me

E ritorno a vivere
camminando verso te
e non so più chiedermi perchè



L'ULTIMO PENSIERO

Ora che sei andata via
d'improvviso sento che
niente sembra avere un senso ormai
quel che resta tra di noi
è una guerra senza eroi
è un ricordo che non c'è
e mi chiedo dove sei
ritrovarmi senza te
non lo avrei voluto mai

Ora scriverò per te
un romanzo senza pagine
una storia che non c'è
puoi distruggerlo se vuoi
resteranno le parole
che io non ti ho detto mai

Ora che sei andata via
questa strada dentro me
sembra non avere un verso ormai
e mi chiedo dove sei
ritrovarmi senza te
non lo avrei pensato mai

Ora scriverò per te
un romanzo incancellabile
una storia che non c'è
puoi distruggerlo se vuoi
resteranno le canzoni
che io non ho scritto mai (per te)

Puoi distruggermi se vuoi
basteranno le parole
che io non ti ho detto mai



IL RE
Sei come il vento, sei la marea
e non c'è niente che ti può fermare
e non ti importa delle ombre dietro te
soltanto perchè sei tu il re

Ma il re del mondo, non piange mai
non ha più paura di essere fragile
dentro i suoi occhi c'è l'inganno, la magia
la spada che il cuore ti strapperà

Sei come il sole, un dio nel blu
e non c'è niente più di te lassù
non hai bisogno di nessuno accanto a te
soltanto perchè sei tu il re

Ma il re del mondo, non sogna mai
non ha più il coraggio di sorridere
dentro i suoi sguardi c'è l'astuzia e la follia
la spada che il cuore ti strapperà